Se la vita ci è resa difficile da questa assurda malattia, noi non ci arrendiamo!
"Short-term profits can short-change our future...The cost of ignoring the chemical effects on human health is quietly but steadily growing ever higher, creating a dangerous risk to the very underpinnings of society" Cindy Duering
"Scopo e compito della scienza (episthmh) è lo scoprire qualcosa che non è stato ancora scoperto e il cui esser scoperto sia preferibile al restare ignoto". Ippocrate

martedì 30 novembre 2010

L'AUTO DEL FUTURO È AD ARIA COMPRESSA



Dal prossimo mese guidare un'auto ad aria compressa sarà una prerogativa dei dipendenti dell'aeroporto di Schiphol di Amsterdam. Entro l'anno, i modelli più evoluti e testati potranno invadere il mercato, con esiti confortanti, dice il Guardian). La Airpod, al posto del volante tradizionale ha un joystick, si sviluppa per poco più di 2 metri e raggiunge i 70 km/h. Il costo è all'incirca 3500 euro. Con una ricarica d'aria compressa e poco più di 1 euro di spesa percorre fino a 200 km. L'azienda sostiene che presenterà sul mercato a fine anno anche nuovi modelli, più grandi e potenti, che dovrebbero raggiungere i 110 orari.
È piccola e va ad aria. Un nome non ce l'ha ma la Ford l'ha insignita recentemente del "Global Challenge". Progettata dall'università di Melbourne ha la caratteristica di essere alimentata ad aria compressa. Il serbatoio è in realtà una bombola posta sotto l'abitacolo, ha tre ruote, una forma molto tondeggiante ed è priva di trasmissione, differenziale e albero motore, inutili visto che la propulsione è garantita da due motori ad aria compressa con pistoni rotanti, montati nello chassis.
Giovedì 26 Agosto 2010 
Fonte: ilCreativo

3 commenti:

  1. Molto interessante.... bene che si cerchino delle soluzioni alternative alla benzina, meno costose ma sopratutto MENO INQUINANTI.

    RispondiElimina
  2. Purtroppo gli interessi in gioco sono troppi e quelle che Mattei chiamava le sette sorelle (le multinazionali del petrolio) non so se permetteranno lo sviluppo di queste tecnologie ecocompatili!

    RispondiElimina
  3. Questo è vero, tuttavia molte cose si stanno già facendo in questa direzione con diverse case automobilistiche che stanno facendo uscire prototipi di auto elettriche e a idrogeno.... perchè quindi non portare avanti anche questa innovativa ed ecologica tecnologia? Del resto non è un mistero oramai per nessuno che le riserve di petrolio prima o poi si esauriranno e quindi bisognerà farsi trovare preparati in un modo o nell'altro.

    RispondiElimina